L’ansia è causata da mancanza di controllo, organizzazione, preparazione e azione. David Kekich

Molto dello stress che sentiamo e viviamo deriva da impegni presi con se stessi e con gli altri gestiti in modo non adeguato.
Se considerate  tutte le cose per le quali provate una minima responsabilità, quelle cose che vi sentite in dovere di amministrare, affrontare, modificare o portare a termine, vi renderete subito conto della quantità enorme di cose da fare che ogni giorno vi aspetta.

Un interessante stimolo  mi è arrivato dalla lettura e dallo studio del libro di David Allen Detto, Fatto! (Sperling & Kupfer 2001).
Allen mette a punto un metodo che, se seguito, consente di avere una quantità enorme di cose da fare, e malgrado ciò continuare a essere produttivi, rimanendo calmi, rilassati e tenendo sotto controllo la situazione. (cit)
Il suo metodo consente di espandere la propria produttività personale.

Il mio consiglio è di leggere e fare tesoro dei suggerimenti che un grande esperto di consulenza manageriale e coaching propone con tanta chiarezza e semplicità.
Alcuni suoi suggerimenti hanno effetto immediato e se incorporati nel proprio sistema di gestione aumentano fin da subito la propria efficacia ed efficienza personale.
Ecco alcuni suoi suggerimenti che ho trasformato in 4 abitudini personali e il cui effetto positivo si è visto fin da subito:

  • Iniziare la giornata identificando e annotando tutte le questioni che in qualche modo richiedono la mia attenzione su un foglio del mio taccuino. E solo dopo pianificare come amministrarle.
  • Esaminare ogni giorno ogni impegno in ingresso chiedendosi cos’è? quale attività è necessaria? Ad esempio, in passato i miei promemoria erano di questo tipo: Budget – Paola del marketing. Ora invece questo stesso promemoria lo scriverei così: Mandare email Paola -Budget. Solo dopo aver individuato l’azione che compirò la metterò in agenda, indicando quando spedirò l’email, oppure la inserirò nella mia lista Prossimi passi, da fare prima possibile.
  • Tutto ciò che richiede meno di due minuti lo faccio non appena lo individuo. Se ci vuole più tempo per riordinare una cosa che non per farla, allora mi conviene farla subito.
  • Per le attività che richiedono più di due minuti creo un promemoria e se serve lo metto in agenda.

Per avere la possibilità di avere le attività sempre a portata di mano, ho trovato una magnifica applicazione, tra le altre cose gratuita, che si chiama WUNDERLIST. L’App mi consente di inserire tutte le liste di attività delle cose da fare e di gestire i promemoria e la loro tempistica. Disponibile sia per Apple che per Android.

 

Gennaio 2013

Samantha Berton

 

 

Got something to say? Go for it!